Previous month
 2019
Next month
Home Page
Home Page
Home Page Home Page Home Page
Home Page
Home Page
Ricerca Versione italiana
    Home     Association     Museums     Virtual exhibitions     Catalogue     Didactics
Risorgimento privato: nuclei collezionistici familiari nei musei lombardi.
I Lombardi tra i Mille
1915-1918 World War I
Regione Lombardia
 
W3C
Level A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0 Valid HTML 4.01! Valid CSS!
RISORGIMENTO PRIVATO:
NUCLEI COLLEZIONISTICI FAMILIARI NEI MUSEI LOMBARDI.

Il tema del collezionismo privato di materiali di soggetto storico e in particolare patriottico, è un ambito di ricerca di particolare interesse per l'Associazione poichè ai musei storici sono stati nel tempo donati, oltre agli oggetti e documenti personali dei protagonisti delle vicende, anche nuclei nati nell'Ottocento da un preciso intento di raccogliere, in ambiti familiari o per interessi individuali, testimonianze inerenti la formazione dell'unità nazionale e le sue valenze celebrative e pedagogiche.

L'origine di tali raccolte, i beni che le compongono e le loro vicende rappresentano elementi significativi per ricostruire, nei diversi territori, il rapporto avuto dalle comunità con le vicende storiche ottocentesche in tutte le sue declinazioni (memoria, vissuti individuali, aspetti economici e sociali, pubblicistica, monumentalistica, nascita di istituzioni culturali, ecc.).

Partendo da queste considerazioni, l’Associazione ha elaborato un percorso espositivo virtuale incentrato su tre casi emblematici di fondi lombardi di interesse storico risorgimentale provenienti da lasciti familiari: la collezione di Giovanni Battista Camozzi Vertova conservata presso il Museo Storico di Bergamo, il lascito della famiglia Cairoli presso il Museo del Risorgimento di Pavia e la collezione di Fortunato Canevali presso l'Accademia Tadini di Lovere.